Massimo Vaj

Nato a Milano nel 1952, podalico, forse in ragione dell'essere stato un buono naturale che non avrebbe voluto sottomettersi alle dure prove della vita, divenne presto un collezionista di disavventure, a causa di una creduloneria che lo ha accompagnato imperterrita. Negli ultimi tempi si fatto pi accorto nell'instaurare relazioni umane, al punto di essere quasi un eremita chiacchierone. Per questa ragione scrive di cose che sarebbe oneroso, in termini di punti di sutura, comunicare a parole.

Dimenticavo di dire che sono un illetterato, detesto la "cultura" sincretica incapace di estrarre una sintesi univoca dagli elementi di cui composta, e mi ritengo un potenziale omicida che ha avuto l'accortezza di nascondere troppo bene le sue armi. Conosco l'amore vero sia in andata che in ritorno, forse perch non ho mai comprato l'abbonamento.
Altri miei raccontini si trovano qui: http://microstoriemacroscopiche.blogspot.it/
mentre gli scritti di metafisica e qualche racconto sono qui: http://metafisica-vajmax.blogspot.it/
Qualcosa in inglese lo trovate qui: http://vajmax.blogspot.it/