NonPubblicato            
LE OPERE DI Massimo Vaj | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/28/0/0/Massimo-Vaj.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
Nascite diverse
Un dover morire anticipato
La dolce furia
La gara
Il tempo
Sul valore della lettura
La Verit e il valore
Articoli essenziali della Costituzione italiota
Avrebbe potuto
Un caso quasi umano e il forum
Sull'eutanasia
Disagio mentale
Nonostante tutto
Essere scrittori...
Sull'uovo e la gallina
Il perch del mio scrivere
Catechesi miniaturizzata
Sindrome
Libert difettose
Umani
Il Saggio
Esseri di luce
Il MultiRobot (continuo)
Il MultiRobot
Deceduto ieri
L'ultima Centrale
Gli Gnu non soffrono di solitudine
L'Intelligenza universale
L'Appuntamento
Il cacciatore di luce
La legge del Sempre
Predestinazioni
Intelligenze diverse
Essenzialit conoscitiva
Il Prescelto
Il piazzista
La giornata del ricordo
Logica vuole...
La cellula dormiente
I Terrestri
Ai confini della nostra galassia
Valori primitivi
Sacre ragioni
Speranze diverse
Il respiro dell'universo
Una specie speciale
La madre di tutte le guerre
La gente dello sballo
La catarsi razziale
Un'illuminazione
Per un pelo
Bilie
Libro elettronico o cartaceo?
Timidezza
La matrice del Fato
Il ponte del Saltone
Il Maestro di nessuno e la chiave
Fiat Lux
Il Frigo
L'ultimo rumore
Le nozze di Cana
Chicco
La Sala d'aspetto
Grazie disgrazie
Consigli su come scrivere un capolavoro
Centomila miliardi di cellule
L'odio
Romanzo o racconto?
La vera storia di Cappuccetto rosso
Santi, ma non subito
Non ancora
Sfida all'ultimo attimo
Dialogo con Dio
Alba Della Morte
Clostridium tetani
Angoli ciechi
Non ci posso credere...
Questo il prezzo
Disamina accorata sul blocco dello scrittore
La "scrittura non creativa"
Incidenti accidentali
L'editing
Vasi comunicanti
Maschere
Profeti
Amele
Forum Vitae
Mistero
Dita
Sesso intelligente?
Colazione da Tiffany
Lo strano sogno di Vidharr (1 parte)
Lo strano sogno di Vidharr (2 e ultima parte)
Analisi del Non possibile
L'acquario al centro dell'Aula Magna dell'esistenza
La necessit dell'odio misurato
Un morire incessante
Drammatizzazione
La speranza
Effetti collaterali
La verit sulla Verit
Calci al vuoto
Alla guerriglia
Quella volta che persi le mani alla stazione...
Angeli
Davanti alla luce
Il buco
Il ragno
L'ho fatta felice!
La "sindrome del foglio bianco"
La ragione dell'esistenza
L'evoluzione
La guerra e la pace
La vecchia e il monaco
Tre storie
Da che parte sta la verit?
Istanbul 1978
L'Ingegnere
Due feste differenti
La suppostina
La caramellina
Un angelo depresso
La Scatola Nera
Odori
AUTORE: Massimo Vaj
DATA: 18/7/2010
CATEGORIA: Racconto
GENERE: Avventura
L'ultimo rumore


Avevo la pasta sul fuoco in cucina, quando squill il telefono. Alla radio davano la Gazza Ladra di Rossini, il sottofondo musicale ideale per prepararsi un piatto di spaghetti, e io l'accompagnavo fischiando. Fui tentato di rispondere, gli spaghetti erano quasi cotti, e Claudio Abbado stava giusto per portare l'orchestra filarmonica di Londra all'apice dell'intensit drammatica. Pazienza, mi rassegnai ad abbassare il fuoco, andai nel soggiorno e sollevai il ricevitore...*

?S?
?Con chi parlo?? ebbi la sensazione che, dall'altra parte, stesse per rispondere una mandria di bufali in fuga. Uno scalpitio indistinto si sovrappose a tenui lamenti.
?Aiutaci, ti preghiamo, un miracolo che siamo riuscite a comunicare con te? quelle parole trascinate da un vento di terrore mi convinsero che non si trattava di un gioco
?Chi parla?
?Chi siete??

?Siamo tre anime
?Non sappiamo ancora cosa siamo diventate e cosa ci attende in questo buio gelido?

?Che volete da me?
?E come potrei aiutarvi?
?Dove vi trovate adesso?? lo so che comunicare con l'assurdo cosa assurda, ma alla fame che avevo prima si sostitu una nausea che aveva l'odore della decomposizione, e davanti alla mia immaginazione colava una liquida e putrida sensazione.

?Siamo aggrappate a te, e non ti lasceremo, perch tu sei la nostra unica possibilit di avere giustizia?
una deflagrazione di emozioni mi attravers appiccicosa, e riuscii persino a percepire la morte che cercava di staccare quelle individualit da me
?Come posso aiutarvi se mi togliete l'aria?
?Lasciatemi respirare e vi aiuter?
sentii la loro pressione farsi pi leggera, e la disperazione mutarsi in sommessi gemiti di speranza

?Siamo tre bambine morte da poco, tre sorelline, come lo erano le bambole di pezza con cui giocavamo sulla sabbia?

?Cosa vi accaduto?
?Come siete morte??

?Le nostre bambole trovarono, tra i sassi del cortile, un'altra piccola e bellissima bambola, e ci giocarono insieme felici
?Ma lei era cattiva ed scoppiata di rabbia, e noi con lei
?Tu sei stato mandato da noi perch puoi fare giustizia, riparando il male che hai fatto nella tua vita quando sei stato soldato di morte?
capii in fretta cos'era accaduto a quelle bambine, e non dubitai a riconoscere la realt del male nel quale avevo immerso la mia esistenza. Appoggiai la cornetta come fosse il coperchio di una bara, e andai a spegnere il gas sotto la pentola, dentro la quale spaghetti scotti composero il nome di una fabbrica italiana di ordigni bellici.
Procurarmi dell'esplosivo militare C4 non fu difficile, dietro a tutte le decorazioni che mi ero guadagnato sparando bombe al nemico.
Mancavano pochi giorni, ormai, alla Pasqua, e all'ufficio tecnico progettazioni della Valsella Meccanotecnica, a Brescia, mai avevano visto, nei pacchi dono mandati dai loro affezionati clienti, delle uova cos belle e colorate.
Rimasero molto sorpresi che a portagliele e ad aprire il pacco, invece del solito fattorino, fu un militare pieno di nastrini e stelle al valore.

Ora sono qui, a riparare le bambole delle mie bambine, e a guardarle giocare affrontando un futuro del quale questo spezzone che ho in mano, e che sta esplodendo adesso, sar la prima giustizia dell'ultimo, silenzioso per me, rumore.

* incipit


NOTE AUTORE
Pensato per contrapporre una realt insopportabile a un incipit da vita pacata
COMMENTO DEGLI UTENTI

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

EMMAUS
alessandro baricco
1 Commento
Shantaram
Gregory David Roberts
1 Commento
Cecit
José Saramago
1 Commento
La spada e il calice
Bernard Cornwell
1 Commento
La notte del drive-in
Joe R. Lansdale
1 Commento
Il profumo
Patrick Sskind
2 Commenti
Factotum
charles bukowski
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook