NonPubblicato            
LE OPERE DI Massimo Vaj | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/28/0/0/Massimo-Vaj.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
Nascite diverse
Un dover morire anticipato
La dolce furia
La gara
Il tempo
Sul valore della lettura
La Verit e il valore
Articoli essenziali della Costituzione italiota
Avrebbe potuto
Un caso quasi umano e il forum
Sull'eutanasia
Disagio mentale
Nonostante tutto
Essere scrittori...
Sull'uovo e la gallina
Il perch del mio scrivere
Catechesi miniaturizzata
Sindrome
Libert difettose
Umani
Il Saggio
Esseri di luce
Il MultiRobot (continuo)
Il MultiRobot
Deceduto ieri
L'ultima Centrale
Gli Gnu non soffrono di solitudine
L'Intelligenza universale
L'Appuntamento
Il cacciatore di luce
La legge del Sempre
Predestinazioni
Intelligenze diverse
Essenzialit conoscitiva
Il Prescelto
Il piazzista
La giornata del ricordo
Logica vuole...
La cellula dormiente
I Terrestri
Ai confini della nostra galassia
Valori primitivi
Sacre ragioni
Speranze diverse
Il respiro dell'universo
Una specie speciale
La madre di tutte le guerre
La gente dello sballo
La catarsi razziale
Un'illuminazione
Per un pelo
Bilie
Libro elettronico o cartaceo?
Timidezza
La matrice del Fato
Il ponte del Saltone
Il Maestro di nessuno e la chiave
Fiat Lux
Il Frigo
L'ultimo rumore
Le nozze di Cana
Chicco
La Sala d'aspetto
Grazie disgrazie
Consigli su come scrivere un capolavoro
Centomila miliardi di cellule
L'odio
Romanzo o racconto?
La vera storia di Cappuccetto rosso
Santi, ma non subito
Non ancora
Sfida all'ultimo attimo
Dialogo con Dio
Alba Della Morte
Clostridium tetani
Angoli ciechi
Non ci posso credere...
Questo il prezzo
Disamina accorata sul blocco dello scrittore
La "scrittura non creativa"
Incidenti accidentali
L'editing
Vasi comunicanti
Maschere
Profeti
Amele
Forum Vitae
Mistero
Dita
Sesso intelligente?
Colazione da Tiffany
Lo strano sogno di Vidharr (1 parte)
Lo strano sogno di Vidharr (2 e ultima parte)
Analisi del Non possibile
L'acquario al centro dell'Aula Magna dell'esistenza
La necessit dell'odio misurato
Un morire incessante
Drammatizzazione
La speranza
Effetti collaterali
La verit sulla Verit
Calci al vuoto
Alla guerriglia
Quella volta che persi le mani alla stazione...
Angeli
Davanti alla luce
Il buco
Il ragno
L'ho fatta felice!
La "sindrome del foglio bianco"
La ragione dell'esistenza
L'evoluzione
La guerra e la pace
La vecchia e il monaco
Tre storie
Da che parte sta la verit?
Istanbul 1978
L'Ingegnere
Due feste differenti
La suppostina
La caramellina
Un angelo depresso
La Scatola Nera
Odori
AUTORE: Massimo Vaj
DATA: 24/3/2011
CATEGORIA: Racconto
GENERE: Avventura
I Terrestri


La questione della somiglianza tra Dio e i suoi figli stata molto dibattuta nei congressi legislatori, almeno in quelli organizzati dai pianeti di quel lato dell'universo che ritiene d'essere in grado di decidere sulla natura di leggi che le galassie pirata rigettano nella loro totalit.
stato argomento discusso fin quasi a superare il limite imposto dall'uso discriminato della guerra preventiva, di cui i pianeti della civilt aurea fanno largo e intenso uso. Il problema raggiunse il suo apice massimo d'intolleranza quando sul pianetuncolo di un sistema a una sola stella, chiamata Sole, gli abitanti profanarono la storia dell'intero universo dichiarando di essere figli legittimi del solo e unico Dio, quello che governa sull'intera manifestazione della realt universale.
Naturalmente non fu il fatto che i terrestri avessero soltanto quattro arti a suscitare la rabbia dei popoli della Via Lattea, i quali certamente apprezzavano la lucidit che aveva indotto i terrestri a chiamarsi in quel modo cos sincero e capace di definire, in estrema sintesi, le difficolt che avevano quegli esseri a rivolgere la loro attenzione alle Realt superiori dei Cieli ineffabili, ma fu il loro modo di evacuare le scorie, prodotte dal loro singolare alimentarsi, effettuato dall'introdurre porcherie in una fauce dentata che si trova vicino alla fine di una delle loro ripugnanti estremit.
Certo non giocava un ruolo di poco conto anche la perversa consuetudine dell'accoppiamento sessuale che un Dio non avrebbe tollerato dovesse esserci nelle razze superiori e superbe le quali, sole e integre, avevano il diritto di definirsi "Prediletta specie, creata a immagine del Padre unico e indistruttibile".

Come tutte le specie senzienti sanno, arriva un momento nel quale il dibattere deve lasciare posto alla necessit di esporre i risultati di quel dibattere, cos fu organizzata una spedizione che aveva il compito di informare i popoli del pianeta di tredicesima classe B, la Terra appunto, della non sovrapponibilit delle loro concezioni teologiche, in materia di trascendenza divina, con quelle universalmente ritenute appropriate da almeno un centinaio di pianeti civili che onoravano il candore della Grande Costellazione Biancheggiante.

Il fatto che i rappresentanti legali della Sacra Bianca Unione Stellare non siano pi tornati sui loro rispettivi pianeti a riferire dei risultati della loro missione lascia le genti della Grande Costellazione Biancheggiante abbastanza perplesse, quasi al punto di inviare un'altra loro rappresentanza, questa volta armata, per difendere una dignit che ha cominciato ad apparire traballante.


NOTE AUTORE
In un tempo imprecisato, in ogni angolo imprecisato dell'universo, la crudelt sempre precisa.
COMMENTO DEGLI UTENTI

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

"Il Dio delle piccole cose"
Arundhati Roy
1 Commento
Cecit
José Saramago
1 Commento
Post office
charles bukowski
1 Commento
Il signore degli anelli
John Ronald Reuel Tolkien
1 Commento
Aforismi di Zurau
Franz Kafka
1 Commento
Un piano semplice
Scott Smith
1 Commento
La 25a ora
David Benioff
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook