NonPubblicato            
LE OPERE DI Massimo Vaj | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/28/0/0/Massimo-Vaj.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
AUTORE: Massimo Vaj
DATA: 1/1/2009
CATEGORIA: Poesia
GENERE: Sentimenti
A Mamma


Come piume staccate dal vento
lasciamo ali sicure nel volo
per inseguire un caldo tormento
che ghiaccer come gelido polo

Grandi ali sono un tenue ricordo
che non si volta e non chiama
hanno visto un cadere ch' morto
a un volare che batte e non plana

una morte che apre alla vita
non rammenta i cieli che amava
non s'aspetta una vista stizzita
e avvolge il cuore di gelida lava

Come piume sostenute dai venti
accarezziamo l'ombra del mondo
e ci affidiamo alle aride menti
senza saper di girare in tondo

Quando le ali passeranno vicino
nel silenzio non faranno rumore
sfioreranno indicando il cammino
per sollevarci e lasciare il rancore


NOTE AUTORE
A mia madre, che se ne andata da questo mondo senza potermi abbracciare.
COMMENTO DEGLI UTENTI

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

Factotum
charles bukowski
1 Commento
Notti Bianche
Fëdor Dostoevskij
1 Commento
Panino al prosciutto
charles bukowski
1 Commento
Un piano semplice
Scott Smith
1 Commento
Cecit
José Saramago
1 Commento
Il Nome della Rosa
Umberto Eco
1 Commento
Natura morta con custodia di sax. Storie di jazz
Dyer Geoff
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook