NonPubblicato            
LE OPERE DI Massimo Vaj | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/28/0/0/Massimo-Vaj.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
AUTORE: Massimo Vaj
DATA: 22/7/2010
CATEGORIA: Saggistica
GENERE: Riflessioni
pi importante leggere o scrivere?


Mettiamola cos: dal punto di vista dello scrivere pi importante leggere perch lo scrivere un mezzo che ha per fine il farsi leggere, mentre dal punto di vista del leggere pi importante avere qualcosa da leggere, quindi il leggere sar il mezzo col quale apprezzare lo scrivere. Si dovrebbe concludere, dunque, che poich il fine necessariamente superiore al mezzo usato per la realizzazione... ognuno dei due punti di vista ha ragione. Come sempre accade quando si tratta di punti di vista, come in questo caso contrari e complementari tra loro, la ragione sar a propria volta relativa e non di principio. Quale sar, quindi, questa ragione di principio? Essa dovr essere superiore sia al piano dello scrivere che a quello del leggere, perch dovr essere il fine di entrambi. Cosa pu costituire il fine dello scrivere e del leggere? La comunicazione della conoscenza. Quali ordini di conoscenze possono essere comunicate?
Intendendo la conoscenza come l'insieme delle esperienze individuali o collettive si deve ammettere che queste conoscenze occupano una gradazione che va dal piano materiale, che comunicabile, a quello spirituale, incomunicabile. I valori interiori dei quali l'esistenza l'espressione concreta sono esprimibili dalle azioni degli esseri che questa esistenza vivono, e possono riempire pagine di libri restando vuote parole, oppure entrare tutti nella carezza che aiuta un moribondo a morire o vivere. Ecco a cosa sottomesso lo scrivere e il leggere: all'Amore universale e al riconoscimento della veridicit dei principi che lo rendono attuabile. Questi principi, anche se scritti con chiarezza e semplicit, non entreranno nei cuori e nelle intelligenze che leggono di loro. Sar la vita a mostrarne l'essenza, e la morte l'aiuter in questo lavoraccio.


NOTE AUTORE
C' chi scrive dando pi importanza al leggere e crede sia necessario leggere molto per scrivere qualcosa, e chi legge nella convinzione che lo scrivere sia la ragione del leggere. Chi avr ragione?
COMMENTO DEGLI UTENTI

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

Notti Bianche
Fëdor Dostoevskij
1 Commento
Oblmov
Ivan Goncarov
1 Commento
Post office
charles bukowski
1 Commento
Sagap
Renzo Biasion
1 Commento
Narciso e Boccadoro
Hermann Hesse
1 Commento
Shantaram
Gregory David Roberts
1 Commento
Il Nome della Rosa
Umberto Eco
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook