NonPubblicato            
LE OPERE DI Andrea Bertora | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/72/0/0/Andrea-Bertora.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
AUTORE: Andrea Bertora
DATA: 20/12/2010
CATEGORIA: Racconto
GENERE: Letteratura
Mamma ho perso la birra


Se l'aereo cade, me ne frego.
Penso che l'aereo cadr. Questa non una semplice turbolenza. Ho viaggiato parecchio e una situazione del genere non l'ho mai vissuta. Stiamo precipitando, secondo me non ci sono dubbi. Qui tutti urlano. Hanno la bocca spalancata e negli occhi una domanda. Non ci credono, in fondo. Aspettano che arrivi la pubblicit a stemperare la tensione. O magari un qualche supereroe in calzamaglia ad annullare le leggi della fisica. Non succeder, ma loro lo sperano. Vogliono sperare fino a che possibile. Osservo tutto questo sorseggiando la birra che poco fa mi ha portato l'hostess, prima che il nostro destino ruotasse di qualche grado verso il suolo. Mi viene da sorridere pensando alla serenit con cui le assistenti di volo ci hanno spiegato le procedure d'emergenza. Dov' finita quella tranquillit da salotto, ora che il salotto sta volando a mille chilometri orari verso uno schianto dopo il quale i giubbotti salvagente saranno ridotti in cenere nel giro di una frazione di secondo? Insieme a noi, per inciso. Mi chiedo cosa ci sia da temere. Moriremo tutti sul colpo, senza sentire dolore. Poi bruceremo, ma saremo gi morti. L'ultima volta che sono morto ci ho messo un sacco di tempo. Fu una malattia, non so pi quale. Il dolore fu tanto e lungo. Quando morii ne provai nostalgia, tanto si era radicato in me. Era una compagnia, mi faceva sentire vivo. Perch il mondo si divide in due categorie: i vivi e i morti. L'ho letto in un romanzo. Ho deciso di essere vivo, voglio godermi questo incidente aereo fino in fondo. Se mi metto ad urlare finisce che non ci capisco pi niente. E poi magari un'esperienza cos non mi ricapita pi.
Merda, mi caduta la birra.


NOTE AUTORE
Racconto breve
COMMENTO DEGLI UTENTI
16/4/2011 Autore: Massimo Vaj
S, credo anch'io che la morte debba essere vissuta con distacco, per potersela godere fino all'ultimo atto, altrimenti si ...CONTINUA

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

Natura morta con custodia di sax. Storie di jazz
Dyer Geoff
1 Commento
Il Peso della farfalla
Erri De Luca
1 Commento
Panino al prosciutto
charles bukowski
1 Commento
Aforismi di Zurau
Franz Kafka
1 Commento
Factotum
charles bukowski
1 Commento
"Il Dio delle piccole cose"
Arundhati Roy
1 Commento
Cecit
José Saramago
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook