NonPubblicato            
LE OPERE DI Andrea Bertora | Bio |
http://www.nonpubblicato.it/opere/72/0/0/Andrea-Bertora.np
Stampa Aggiungi ai preferiti Invia Link a un amico Facebook Rss
AUTORE: Andrea Bertora
DATA: 22/12/2010
CATEGORIA: Racconto
GENERE: Letteratura
Natale fa schifo


Lo dico con cognizione di causa: Natale fa schifo. Ho trascorso quattro anni della mia vita attaccato ad un abete, facevo la palla. Mi sono annoiato tantissimo. Niente riposo, poi, perch la famiglia per cui lavoravo ha tenuto l'albero in soggiorno per quattro anni di seguito, senza mai toglierlo. Poi li hanno trovati, morti stecchiti per via del monossido di carbonio, ormai in decomposizione molto avanzata. Quattro anni di noia e di puzza devastante. Ma questa solo la mia esperienza personale, che non sarebbe sufficiente a dare un giudizio definitivo sulla festivit pi cara all'italiano medio, isole comprese. Aggiungo pertanto quanto accaduto a mio cugino Sergio. Mio cugino Sergio lavorava nei presepi viventi, lui faceva il pastore e nelle pause faceva all'amore con le pecore. I cattolici non glielo hanno perdonato, non tanto per la zoofilia, quanto piuttosto per l'adulterio: avesse amato una pecora sola, sempre la stessa, non ci sarebbe stato problema. Invece cos lo hanno preso di mira, gli hanno tolto il ruolo di pastore e gli hanno assegnato quello del quarto re magio, inventato apposta per lui. Il quarto re magio quello che non arriva alla famosa grotta insieme agli altri tre perch viene violentato da un coccodrillo a duecento metri dalla meta. Mio cugino ha provato a chiedere una controfigura, prima per s, poi almeno per il coccodrillo, ma non c' stato verso. Poi, per fortuna, alla fine del presepe i cattolici lo hanno perdonato, ma comunque le sue chiappe ora sono parecchio lontane l'una dall'altra.
Potrei anche narrare gli avvenimenti di un amico dell'amministratore del condominio di fianco a quello di mio zio Raffaello, quel tizio, lo avrete di sicuro sentito al telegiornale, che il giorno di Natale del 1985 si svegliato convinto di essere nel 2007, uscito di casa, salito in auto e si schiantato contro un muro che era convinto non ci fosse. A Berlino successo.
Il Natale, per citare Mats Wilander, come una partita di tennis che finisce 6-2 6-1 6-3 (non so cosa vuol dire, bisogna chiedere a Mats).


NOTE AUTORE
Breve racconto breve
COMMENTO DEGLI UTENTI

 
Nuovo utente | Password dimenticata
Email:
Password:
GENERE
COSA LEGGONO GLI AUTORI

La violenza invisibile
Zizek Slavoj
1 Commento
Narciso e Boccadoro
Hermann Hesse
1 Commento
Natura morta con custodia di sax. Storie di jazz
Dyer Geoff
1 Commento
Il Peso della farfalla
Erri De Luca
1 Commento
Shantaram
Gregory David Roberts
1 Commento
Panino al prosciutto
charles bukowski
1 Commento
Venuto al mondo
Margaret Mazzantini
1 Commento
Mostra Tutti
Credits | Segnala un abuso | Contatta la redazione | Privacy | Condizioni di utilizzo | P.iva 09749640018
  Facebook